L'ingresso del CNSL La sala Conferenze La Biblioteca


--- Il Centro Nazionale di Studi Leopardiani (CNSL) è stato istituito  nel primo centenario della morte del Poeta, con Regio Decreto 1° luglio 1937 n. 1335, convertito nella Legge 20  dicembre 1937 n. 2255.

A seguito del Decreto legislativo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali 29 ottobre 1999 n. 419 e del Decreto del Presidente del Consiglio 15 aprile 2002, convertito in Legge 15 giugno 2002 n. 112, l’ente ha assunto la personalità giuridica di diritto privato, con un nuovo statuto e un nuovo organigramma. La compagine sociale è stata allargata a 77 soci effettivi, incrementando la rappresentanza del mondo universitario e culturale italiano e quella del mondo culturale ed economico regionale.

Per venti anni, dal 1987 al 2007, è stato Presidente l’on. Franco Foschi, che ha impresso un eccezionale impulso alle attività dell’istituto, su piano internazionale. Dopo la sua morte (16 agosto 2007), la reggenza è stata assunta dalla contessa Anna Leopardi (Vicepresidente), fino al 7 maggio, quando l’Assemblea dei Soci ha eletto il nuovo Presidente nella persona di Fabio Corvatta: la nomina ha avuto l’approvazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il presidente Corvatta è stato riconfermato per il triennio 2011-2014. Eletto anche il nuovo CDA.

L’attività del Presidente Fabio Corvatta è coadiuvata da due organismi, attualmente così composti:

Consiglio di Amministrazione: contessa Olimpia Leopardi (Vicepresidente), Giuseppe Balboni Acqua, Rosario Priore, Lucio Felici, Paolo Foschi e  il Sindaco di Recanati pro-tempore

Comitato Scientifico: Lucio Felici (Presidente), Luigi Blasucci, Fabiana Cacciapuoti, Ermanno Carini, Fiorenza Ceragioli, Franco D’Intino, Alberto Folin, Gilberto Lonardi,  Antonio Prete e Laura Melosi.

La sede del CNSL è a Recanati, in via Monte Tabor 2, in un edificio di fianco al Palazzo Leopardi e in prossimità dell’ingresso al parco del Colle dell’Infinito. Oltre ai locali per gli uffici del personale, per lo studio del Presidente e per le riunioni, comprende una sala per le conferenze e ampi spazi riservati alla Biblioteca e al Museo.

Finalità del CNSL
Finalità istituzionale del CNSL è quella di promuovere e progettare, in ogni momento della sua attività annuale, nuove ricerche e nuovi studi in tutti i campi della leopardistica: storico, biografico, critico, linguistico, filologico, artistico, filosofico.

Vengono perciò organizzati periodicamente incontri e seminari con studiosi d’ogni paese, promuovendo e sostenendo, in particolare, gli interessi e le ricerche di studenti universitari e di giovani neolaureati.

Cattedre leopardiane e collaborazioni con Università e Istituti culturali
Per iniziativa e con finanziamenti del CNSL, sono state istituite da alcuni anni tre cattedre leopardiane, nelle Università di Macerata, di Birmingham e di Buenos Aires. Di recente, si è aggiunta la cattedra di Ermeneutica leopardiana presso l’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli, inaugurata  il 6 marzo 2009 con una prolusione di Gilberto Lonardi. I corsi annuali saranno tenuti alternativamente da Alberto Folin, in rappresentanza del CNSL, e da Emma Giammattei, titolare della cattedra di Letteratura italiana al “Suor Orsola”.

Sono in corso accordi anche per una cattedra all’Università Ruzomberok in Slovacchia retta dalla Prof.ssa Dagmar Sabolova-Princic e saranno presto definiti importanti progetti di collaborazione con la Sorbonne Nouvelle, l’Università d’Aix-Marseille, l’Università di Zurigo, la Deutsche Leopardi-Gesellschaft di Berlino, l’Università di Barcellona. Lo scopo è quello di creare una serie di “poli leopardiani” fra loro coordinati per ricerche a approfondimenti sulle innumerevoli tematiche estetiche, filologiche, filosofiche, antropologiche che emergono dal pensiero e dalla poesia di Leopardi. Con il “polo francese” già è stato messo a punto un ciclo seminariale su “L’idea di natura in Leopardi”, che coinvolgerà anche altre Università; mentre il “polo tedesco” farà riferimento alla cattedra di Letteratura italiana di Tatiana Crivelli presso l’Università di Zurigo e alla Leopardi-Gesellschaft di Berlino presieduta da Sebastian Neumeister.

Tra i recenti convegni e incontri di studio patrocinati dal CNSL, o svolti in collaborazione con esso,  si ricordano: il Convegno internazionale su Giacomo Leopardi e la percezione estetica del mondo, organizzato dalla Leopardi-Gesellschaft (Villa Vigoni, Loveno di Menaggio, 7-9 ottobre 2007); le Giornate leopardiane organizzate dalla medesima Leopardi-Gesellschaft, dall’Università di Zurigo e dall’Istituto Italiano di Cultura a Zurigo (Zurigo, 31 ottobre-1° novembre 2008); l’incontro di studio dedicato dal Gabinetto Vieusseux alla memoria di Franco Foschi, sul tema Giacomo Leopardi nelle lettere sue e altrui (Firenze,11 febbraio 2009).

Convegni internazionali
Istituiti nel 1962, con cadenza quadriennale, i Convegni internazionali del CNSL costituiscono uno degli appuntamenti più attesi nel mondo della cultura e richiedono, ovviamente, un eccezionale impegno organizzativo ed economico, che si prolunga nel periodo successivo alle giornate congressuali, sia per l’approfondimento – in ulteriori incontri di studio – di temi e questioni emersi durante i dibattiti fra i relatori o fra i relatori e il pubblico di studiosi e studenti, sia per la raccolta e la cura redazionale degli Atti, che, da più di un quarantennio, sono uno strumento imprescindibile della leopardistica internazionale.

Il XII Convegno su La prospettiva antropologica nel pensiero e nella poesia di Giacomo Leopardi si è svolto a Recanati dal 23 al 26 settembre 2008, con 35 relatori italiani e stranieri e una tavola rotonda conclusiva che ha messo a confronto esponenti di diverse aree culturali e disciplinari.

A Recanati dal 26 al 28 settembre 2012 si apre il XIII Convegno internazionale di studi leopardiani

“Leopardi e la traduzione. Teoria e prassi”.  


Nonostante le note difficoltà che gli istituti culturali attraversano nella generale crisi economica, il CNSL è riuscito a non deludere l’attesa per il XIII Convegno internazionale di studi leopardiani: un evento di altissimo prestigio che, a scadenza quadriennale, si ripete dal 1962, riunendo ogni volta intorno alla figura e all’opera del Poeta studiosi di diverse nazionalità e generazioni.
Il tema scelto quest’anno è di indubbia rilevanza e attualità. I volgarizzamenti di Leopardi in versi e in prosa, a lungo trascurati, negli ultimi tempi sono stati oggetto di un vivace interesse critico, in stretta connessione con le numerose pagine che il poeta-pensatore ha dedicato al concetto, alla storia e alla prassi della traduzione e con gli esiti stessi della sua poesia.
Le 28 relazioni previste andranno a coprire i vari aspetti del vasto argomento, riesaminando gli scritti teorici, i volgarizzamenti, le “imitazioni” e le impronte che i classici tradotti hanno lasciato nei Canti, nelle Operette morali e in altre opere creative e saggistiche.
Alla tavola rotonda conclusiva interverranno docenti di alcune Università europee ed extraeuropee che, col patrocinio e il sostegno del CNSL, stanno lavorando alla traduzione di testi di Leopardi nelle lingue dei rispettivi paesi: tra queste imprese spicca la prima traduzione integrale dello Zibaldone in inglese, a cura del “Leopardi Centre” dell’Università di Birmingham, traduzione che è giunta a compimento e verrà alla luce nel 2013 per i tipi della Farrar, Straus&Giroux, di New York.
Esprimo la mia sincera gratitudine alle istituzioni e ai tanti studiosi amici del CNSL che, con la loro generosa collaborazione, ci hanno consentito di realizzare il presente Convegno, le cui finalità sono quelle di tutti i nostri Convegni: aprire nuove prospettive agli studi leopardiani, grazie a contributi di sicuro rigore scientifico.

FABIO CORVATTA Presidente del CNSL

Anniversari
Ogni anno, il giorno natale del Poeta, 29 giugno, viene celebrato con una manifestazione che ha al centro una conferenza, nell’Aula Magna del Comune, di uno studioso, di uno scrittore, di un poeta o di un filosofo, e che si conclude con un recital di un noto attore sul Colle dell’Infinito o con uno spettacolo teatrale ispirato all’opera di Leopardi e allestito sul palcoscenico del restaurato Teatro Persiani.

Questa tradizione fu inaugurata nel 1898, primo centenario della nascita di Leopardi, con un celebre discorso  di Giosuè Carducci.

Nel 2008 la conferenza celebrativa è stata tenuta dallo scrittore Vincenzo Consolo su “Leopardi e Verga”, cui è seguito, nella serata, il recital del noto attore e regista Gabriele Lavia. Nel 2009 sarà la volta di Jean-Charles Vegliante, professore alla Sorbonne Nouvelle, esponente di primo piano della nuova poesia francese e traduttore in francese di numerose opere italiane, tra cui l‘intera Divina Commedia. Argomento del suo discorso sarà “Leopardi e la poesia creaturale”.

Nel 2007 è stato celebrato il 70° anniversario della fondazione del CNSL con due manifestazioni: il 31 ottobre, in collaborazione col Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con interventi dello scrittore Pietro Citati e  di Lucio Felici, presidente del  nostro Comitato Scientifico; il 12 dicembre, con una relazione di Emilio Pasquini (Università di Bologna), che, in coincidenza con le celebrazioni carducciane, ha parlato del “Leopardi di Carducci”.

 

Premi
Nel corso della manifestazione del 29 giugno, ogni anno viene conferito il Premio “Giacomo Leopardi”  a un esponente illustre della cultura internazionale.

Tra i premiati delle passate edizioni, citiamo Carlo Bo, Mario Luzi, Yves Bonnefy, Emilio Bigi, Mario Marti, Cesare Galimberti, Luigi Blasucci, Vincenzo Consolo, e i registi Ermanno Olmi, Ettore Scola, Pupi Avati.

Nel 2009 il premio verrà assegnato a Jean-Charles Vegliante.

Nella stessa ricorrenza, ma ogni due anni, vengono assegnati i Premi “Giacomo Leopardi” per tesi di laurea e di dottorato, riconoscimento ambito da tutti i giovani studiosi, italiani e stranieri, e che – da parte di ogni Università – viene considerato iniziativa meritoria per la promozione della ricerca scientifica.


Sito Internet
È stato riordinato il sito www.leopardi.it, con una nuova impostazione dei notiziari, che informano tempestivamente sull’attività e sulle pubblicazioni del CNSL, e con l’immissione progressiva dei testi leopardiani.

Vi si dà notizia anche di eventi leopardiani che vengono organizzati nel mondo indipendentemente dal CNSL, fornendo così uno strumento unico d’informazione per tutti gli studiosi.